La sala tv

Voglio premettere che la nostra casa non è così grande da avere due soggiorni, ma è stata progettata male e così ci siamo ritrovati con una stanza molto strana, con porte ovunque, tra cui quella di servizio che dà sull’esterno che è troppo piccola per essere una camera da letto e troppo grande per essere uno studio. O meglio ci sono studi enormi e se uno li utilizza spesso vanno anche bene, ma nel nostro caso abbiamo preferito convertirla in una media room. La decisione si è rivelata ottima perché il fatto di non avere la tv nella zona soggiorno vera e propria ci ha portato ad accenderla molto molto meno. E aggiungo anche che mi è piaciuta proprio l’idea di non dover costruire tutta la zona living attorno a quella che troppo spesso diventa la sua regina! Però non di sole chiacchiere e giochi da tavolo, vive l’uomo 😊😊😊 quindi si, un posto dove vederci un bel film comodi e spaparanzati lo desideravamo anche noi.

prgettare la sala tv non è stato semplice per via di tutte le aperture di cui vi accennavo: ben 4 porte e una finestra.

La disposizione degli elementi mi è risultata da subito abbastanza forzata. Quindi nel corso dei mesi ho modificato ben poco

061C9812-6984-40DD-B60D-2313A0F8C93B.jpegHo da subito rimpianto l’idea di posizionare  le chaise longue davanti alla libreria, non solo perché si perde l’accesso ad una buona parte della stessa, ma sopratutto perché In questo modo non si possono mettere le piantine e io sono super allergica alla polvere…

Ho fatto, però, di necessità virtù per un bel po’, fino a che un giorno, mi sono svegliata nel cuore della notte e come un’indemoniata mi sono messa a spostare mobili per trovare una disposizione migliore.

Due delle librerie sono finite in soggiorno e solo una è rimasta in questa stanza.

Sempre presa da uno dei miei raptus una domenica ho deciso di colorare una parete di grigio, desiderosa di ricreare questa atmosfera:

5151BC0A-7ABB-4A6F-9D45-7891A934B2A1

Ovviamente impossibile con gli spazi a disposizione! Questa tavola ispirazionale rende maggiormente l’idea:

18874A32-212D-4E1E-AEC9-F372E0BAF129.jpegQuando ormai credevo di aver deciso tutto ed ero pronta agli acquisti mi sono però imbattuta in questa foto:

BDA7E57D-1ACB-4485-9E26-A87C62219C1C.jpeg

È un po’ che quel punto di verde (qui lo chiamano grace green) mi gira nella testa, infatti avevo già intenzione di inserirlo negli accessori. Ma è forse il caso che ridipinga il muro? Anche per questa opzione ho preparato un collage:

0185F0C5-3D8A-49C7-89E5-C7BA995629DEVoi cosa ne pensate?

Datemi veloci i vostri pareri prima che mi prenda un altro dei miei raptus 😅

2 Comments

  1. Io adoro il grigio, lo trovo più versatile. Essendo una maniaca compulsiva del cambiamento, ma avendo a cuore la salute del mio matrimonio, da sempre cerco di usare per le pareti i colori più neutri e versatili e cambiare all’occorrenza (purtroppo piuttosto frequente) accessori e tessili (così fondamentalmente posso cambiare un pezzo per volta lasciando che mio marito assorba le novità poco a poco!!!!). C’è da dire che tu non hai questo problema, nel senso che mi are che tuo marito ben si adatti anche a grandi cambiamenti, quindi x concludere il papiro, va benissimo anche il verde nel tuo caso

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s

%d bloggers like this: