Lezioni di cucina

No, non intendo lanciarmi nel campo dei food blogs. No panic. Volevo, invece, condividere con voi quello che ho imparato nella mia prima lezione di corso, dove si è parlato di come preparare una cucina per poterla fotografare.

06D80425-7364-4274-9486-7A974C20B418.jpeg

Se anche voi dopo aver pulito e sistemato siete soliti fotografare la vostra cucina e ci rimanete malissimo e vi chiedete: ma perché la mia cucina non e come quelle che si vedono sulle riviste? Allora le righe che seguono potrebbero esservi utili. Se invece non vi e mai venuto in mente di fotografare la vostra cucina, probabilmente è meglio che vi fermiate qui 😁💕.

La prima cosa che ci hanno detto è che le case che vediamo sulle riviste non sono vissute. O almeno non nel momento in cui vengono fotografate. Quindi fare degli scatti mentre si cucina per davvero, o si mangia sul serio è altamente sconsigliato.

In secondo luogo il fotografo professionista, che teneva la lezione Ha precisato che lui è un fotografo professionista, mentre noi no e nemmeno dei designers o degli stylist e questo fa ovviamente una grande, immensa differenza! Pero anche noi, nel nostro piccolo, possiamo migliorare i nostri risultati. Come?

Prima di tutto bisogna pulire ed ordinare la cucina per bene. Non  dovete limitarvi a renderla presentabile, dovete proprio polish it. Un po’ come quando vi preparate per uscire per una serata importante, dopo una doccia e con indosso il pigiama che profuma di bucato siete certamente puliti ma non esattamente al massimo del vostro potenziale. Stessa cosa con la vostra cucina, dovete lucidare gli elettrodomestici, togliere le macchie di sugo dai pomelli degli armadietti e passare le piastrelle ad una ad una. Per dire mio figlio quando ha visto il frigorifero stamattina ha esclamato: mamma guarda come brilla!

Evidentemente non e che sia sempre cosi😅😅😅

Purtroppo tutto questo non è ancora sufficiente, bisogna anche cheating, barare. Non in modo esagerato, eh. Per tornare all’esempio precedente, è come se una volta che siete tutte ben truccate, pettinate e profumate, prima di indossare il vostro vestito migliore vi infilate la guaina contenitiva. Nel caso della cucina significa far sparire tutto quello che usiamo normalmente, ma non è esattamente fotogenico. Bisogna togliere di mezzo tutto il superfluo e lasciare solo il bello. Vale anche spostare i mobili per avere l’inquadrarura migliore o salire sopra sedie e sgabelli per provare nuove angolature.

BBB25311-09D3-4F02-B0DE-F800A6B797AD

Qui potete vedere la mia cucina come è normalmente. Cioè non dopo che io abbia preparato la pizza fritta. Si, io la pizza la friggo sia mai che mi succeda di consumare troppo poche calorie in una giornata.

Ma non tergiversiamo.

A52E96C1-3AC6-4392-8F05-530014C42E9A

La mia cucina dopo una bella pulita e tutta ordinata, così come l’avrei fotografata prima di questo corso. E così invece e come l’ho agghindata per le feste.

D32D9D64-4069-4D19-9F3E-3555C650C3A8.jpeg

Ho tolto un sacco di cose, vogliamo giocare a: trova le differenze? E se dopo tutto questo lavoro non siete ancora sodisfatti? Allora dovete imparare a volervi un po’ più bene e ricordarvi che la vita è una sola e alla fine chi se ne importa della cucina, prepariamo qualcosa di buono e mangiamo tutti insieme, anche perché si è fatta una certa!D01C4C09-BEA5-40FE-870C-5F39493B5D45.jpeg

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s

%d bloggers like this: